Pseudo normalità

La sindrome della capanna che occupa ancora spazio nella mia mente, la ricerca della normalità, l’arrivo dell’estate e del caldo, quello vero. La ripresa dell’appuntamento con la famiglia del lunedì, la pseudo festa a distanza, i tanti come va e i tanti bene dai. Ma di quei bene dai chissà quanti invece sono male ma faccio prima a dire bene che tanto non cambia niente.

Leggi tutto “Pseudo normalità”

Giornate insolite

Di quelle giornate insolite da riprogrammare in continuazione finché è giorno per poi scoprire che i progetti saltano anche di sera. Il sole che viene a mancare e che spero si stia ricaricando per splendere alla grande per tutta l’estate, le nuvole in dolce quiete indecise sul da farsi e il nostro umore che rispecchia il loro essere odierno.

Leggi tutto “Giornate insolite”

E como hakuna matata

Forse si poteva andare al mare, o forse no. Chissà se c’era caldo o se occorreva vestirsi a puntino per sfidare il vento e sopportare la sabbia negli occhi. Chissà. Col dubbio restiamo a casa, per una domenica per niente particolare, una di quelle tipiche autunnali in cui si ha poca voglia di uscire e si desidera il divano per tutto il giorno. Ma il desiderio è piuttosto lontano dalla realtà.

Leggi tutto “E como hakuna matata”

Pro si o pro no

Al mattino il tempo si restringe, peccato, nonostante il sonno quel momento era davvero unico. Vuoto, silenzioso, col profumo del caffè e il rumore dei tasti in sottofondo. Ora è iniziato da poco ed è già quasi finito, come quando inizi ad assaporare un nuovo dolce che in due morsi è già finito e allora ti viene voglia di mangiarne ancora ma non puoi. Ecco, ad un certo punto del mattino io non posso, non più. E mi butto nella quotidianità che è pur sempre molto varia fino a non sapere cosa farò di sera.

Leggi tutto “Pro si o pro no”