Giornate insolite

Di quelle giornate insolite da riprogrammare in continuazione finché è giorno per poi scoprire che i progetti saltano anche di sera. Il sole che viene a mancare e che spero si stia ricaricando per splendere alla grande per tutta l’estate, le nuvole in dolce quiete indecise sul da farsi e il nostro umore che rispecchia il loro essere odierno.

Ma c’è qualcosa che mi fa stare bene, è il profumo dell’estate che sento quando chiudo la porta di casa, quello che accompagna una passeggiata serale e i giochi in un cortile che appartiene quasi alla nostra quotidianità, quello che mi ricorda di quanto siamo fortunati a vivere così.
Scelgo cosa buttare di questa giornata e cosa tenere stretto stretto. E sono tante le cose da conservare. Le canzoni del mattino e la richiesta di un balletto, qualcuno che della carbonara mangia prima la pancetta e poi la pasta, il Re Leone che ormai fa parte della famiglia e mi consente di riposarmi dopo pranzo, i giochi in strada, i pop corn che scoppiettano in pentola, la sua tigre che prende la morfina e il silenzio di questa bellissima sera che annuncia che l’estate è in arrivo. Non essere timida, vieni da noi, ti stiamo aspettando con impazienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *