Pro si o pro no

Al mattino il tempo si restringe, peccato, nonostante il sonno quel momento era davvero unico. Vuoto, silenzioso, col profumo del caffè e il rumore dei tasti in sottofondo. Ora è iniziato da poco ed è già quasi finito, come quando inizi ad assaporare un nuovo dolce che in due morsi è già finito e allora ti viene voglia di mangiarne ancora ma non puoi. Ecco, ad un certo punto del mattino io non posso, non più. E mi butto nella quotidianità che è pur sempre molto varia fino a non sapere cosa farò di sera.

Leggi tutto “Pro si o pro no”

Reset

Una mattina tranquilla a metà, tra nervosismo e semirelax, tra casa e aria fresca di un’estate ancora troppo timida per farsi vedere e sentire appieno. Un appuntamento importante, il cellulare che cade a terra per l’ennesima volta ma non mi accorgo che questa è quella fatale. Continuo a sistemare e ad un tratto mi ricordo di rispondere ad un messaggio lasciato a metà.Prendo il cellulare, inizio a sbloccarlo ma il lato destro non reagisce.

Leggi tutto “Reset”

Come un arcobaleno

Sono giorni che rifletto sul fatto che molto probabilmente sono ancora in lockdown, che la mia fase due corrisponde ad un leggero allargamento della cerchia sociale che frequento oltre al grande ritorno del mare nelle nostre vite. Niente di più. E rifletto sul fatto che questa mia fase due andrebbe un attimino modificata per consentirci una vita più normale, se di normalità si può parlare.

Leggi tutto “Come un arcobaleno”